Spettacoli

SCONCERTO PER CUORI INCERTI

Regia:  Raffaela Gallo

Sceneggiatura:  Antonia Capasso, Massimo Dalprà, Raffaela Gallo

Genere:  Commedia musicale

Uno spettacolo ricco e colorato, divertente e coinvolgente, un connubio perfetto fra recitazione e musica.

Il Sergente Pepper, colui che negli anni 60 formò la Lonely Heart Club Band, ovvero la Banda del Club dei Cuori Solitari, è tornato a distanza di molti anni e ha indetto un concorso per formare un nuovo club. Questa volta però non si tratta di una Band musicale, ma di un vero Club di persone che hanno sofferto e soffrono di solitudine.

I posti sono pochi, quindi solo chi ha le caratteristiche giuste, chi saprà toccare il cuore della Giuria raccontando una storia commovente, avrà il grande onore di entrare in questo Nuovo Club di Cuori Solitari.

Diversi personaggi si susseguono sul palco presentando le loro candidature per essere ammessi, raccontando le loro storie tragicomiche per convincere il pubblico (che è anche la giuria) ad ammetterli nel Club. Tra un monologo e l’altro si susseguono canzoni e coreografie che fanno da commento e contrappunto alle storie narrate dai protagonisti, fino al colpo di scena finale.

Il mio grosso grasso matrimonio a Torre del Greco

Regia:  Raffaela Gallo

Sceneggiatura:  Raffaela Gallo

Genere:  Commedia

Carmelah, una ragazza di Napoli, è a Milano per un master. Incontra Olderico, proveniente da una famiglia milanese bene di ferrei principi e molto legata alle radici. Olderico si innamora follemente di Carmelah e le chiede di sposarlo

e trasferirsi a Milano. La ragazza non aveva mai pensato ad una simile ipotesi, ma essendo anch'essa follemente innamorata, accetta la proposta. Olderico, al culmine della felicità, presenta la sua famiglia a Carmelah e durante l'incontro Carmelah capisce quanto siano importanti le radici per tutti loro. Ma Carmelah ha un segreto: comincia così la sua grossa, grassa e coinvolgente avventura. Dramma lieve che vede Carmelah alla ricerca delle proprie origini che gioca sulla contrapposizione di due mondi solo in apparenza distinti, ma in realtà molto più vicini di quanto non appaia.

L'ASCENSORE

Regia:  Massimo Deriu, Simona Taddei

Sceneggiatura:  Simona Taddei

Genere:  Commedia

Ovidio, uomo semplice e bonario che vive con una madre ansiosa, rimasto disoccupato trova lavoro come ascensorista in un signorile condominio nel centro di Milano. Ovidio diventerà suo malgrado la dama di compagnia delle uniche tre inquiline del palazzo: donne di mezz’età, sole e piene di manie. che passano il tempo in ascensore cercando di conquistare l’attenzione del povero Ovidio. Quando arriva una nuova giovane inquilina le attenzioni di Ovidio si spostano su di lei. Le tre signore non prenderanno bene il nuovo arrivo e organizzeranno piani astuti per screditare la giovane antagonista. La situazione in condominio diviene goffa ed esilarante, peccato che non venga particolarmente gradita ne dall’Ascensore ne tantomeno da Ovidio. Le tre se la vedranno brutta ma… quando tutto sembra finito ci sarà un colpo di scena, che rimescolerà come un gioco tra sogno e realtà, i desideri le passioni e le dinamiche della vita quotidiana.

ANGOLI DI LUCE

Regia:  Raffaela Gallo

Testi:  Raffela Gallo in collaborazione con gli allievi di Teatroterapia

Genere:  Sperimentale

Un intenso e divertente lavoro sulle potenzialità personali, sui condizionamenti, sui giudizi e sui processi che trattengono in profondità la NOSTRA OMBRA, privandoci dell’infinito potere dell’essere autentici. Un lavoro espressivo che permette ai partecipanti del corso attraverso il gioco del Teatro e dei ruoli di affrontare il GIUDICE INTERIORE e tutte le sue manifestazioni: nel lavoro, nelle relazioni, nel rapporto con il corpo e con le emozioni. La finalità della rappresentazione conclusiva di tale percorso è anche quella di presentare la Teatroterapia attraverso il lavoro stesso degli allievi, i quali, coadiuvati dalla conduttrice, da alcuni membri della compagnia “Serpente Tentattore” e da tre musicisti, racconteranno in forma teatrale, attraverso monologhi, musica ed attinenti attività artistiche la propria esperienza. Dedicato agli adulti che desiderano riscoprire il piacere di stare insieme, conoscendosi in profondità e sviluppando con creatività e passione l’arte antica della scena.

LUNEDÌ FORSE PARTO

Regia:  Raffaela Gallo

Sceneggiatura e testi:  Luciano Calaresi

Genere:  Poesie e racconti

La vita, come i giorni di una settimana. Un lunedì piovoso che non lascia ben sperare per il futuro. Trovarsi contro vento in una società che non accetta alcuna diversità. Ed è già giovedì quando un piccolo spiraglio di sole sfiora la tua vita. Venerdì, quasi felicità ma... conquistare un equilibrio è stato troppo faticoso. È una consapevolezza serena ormai. Arriva presto sabato e lunedì, forse, bisogna già partire.

UN'ALTRA LEZIONE

Regia:  Sara Anna Merli

Sceneggiatura:  Eugène Ionesco, rivisitato da L. Calaresi e S. A. Merli 

Genere:  Drammatico, grottesco

Luciano Calaresi e Sara Anna Merli s’inchinano a un grande maestro come Eugène Ionesco e riscrivono un classico, nonché uno dei suoi testi più conosciuti “la Lezione”.
Lo spettacolo vuole essere una metafora dei giovani d’oggi, in realtà vittime che si credono carnefici, della società alla quale appartengono. Il nuovo allestimento affila i suoi coltelli contro i malcostumi moderni denunciando con sdegno tanti mali che affliggono la società moderna.

FINESTR&NOTE

Regia:  Raffaela Gallo

Testo:  Raffaela Gallo

Genere:  Sperimentale - Musicale

Note ed emozioni viste da due punti di vista opposti, quello terreno
e quello celestiale del Firmamento. Note che accompagnano e fanno danzare Speranza, Amore, Gelosia, Rabbia, Nostalgia, Paura e Gioia.
Chi di noi non conosce ognuno di questi sentimenti? Ma ci siamo mai chiesti cosa pensano le stelle quando confidiamo loro le nostre emozioni più intime? In che modo esse elaborano i nostri segreti ricevuti? La pièce, attraverso il caratteristico linguaggio della teatralità, prova a dare risposte a queste domande, per un mix di emozioni, musica e danza avvolgente, da non perdere.

LE COGNATE

Regia:  Raffaela Gallo, Fabio Leone

Sceneggiatura:  Michel Tremblay

Genere:  Commedia

Una divertente tragicommedia per un cast tutto femminile. Undici donne e un milione di bollini-premio da incollare, per ottenere un intero catalogo delle meraviglie, sono una miscela esplosiva capace di scatenare i peggiori istinti

e le pulsioni più nascoste. Tante sono le invidie e le piccole cattiverie che ci si attendono da un ambiente così ristretto, ma “Le Cognate” non si limitano a questo e superano di gran lunga ogni previsione. Le casalinghe disperate

di Tremblay spettegolano e si accapigliano, appiccicano bollini e sognano vite diverse, in un crescendo di situazioni comiche che mascherano solitudini e frustrazioni. L’aspetto esterno di questo gruppo di donne chiassose, evidenzia inaspettati e peccaminosi retroscena. Il testo scritto nel 1965, anni del massimo impulso del consumismo,

è considerato il capolavoro della drammaturgia canadese per lo straordinario equilibrio di comicità e tragedia.

Siete pronti a entrare nel tinello della casalinga da un milione di punti? A condividere con lei il brivido degli album

e dei premi? Lasciatevi trasportare da “Le Cognate” nel loro piccolo mondo provinciale, con un finale tutto da scoprire.

VILLA EMMA

Regia:  Sara Anna Merli

Testo:  Sara Anna Merli

Genere:  Commendia grottesca

"Sita in una splendida valle, attorniata dalle montagne..." inizia con una voce fuori campo la descrizione di questa villa in un posto paradisiaco, un centro vacanze con ben altre aspirazioni.

9 personaggi, 3 medici e 6 aspiranti suicidi, si ritrovano in una commedia noir in stile Bennet (qui citato dall'autrice con modestia e umiltà) dove il tempo scorre alla ricerca della soluzione finale.

Tra colpi di scena e metafore esistenziali i nostri novelli personaggi/morituri giungeranno talvolta a inaspettate conclusioni.

Dialoghi divertenti e improbabili, messe in opera affrontano la trama in un crescendo di situazioni sempre più irreali.

Scritto da Sara Anna Merli con la preziosa collaborazione di Luciano Calaresi, Villa Emma è stata ispirata dal romanzo "Exit" di Alicia Gimenez Bartlett. La regia è sempre di Sara Anna Merli.

CONCERTO PER CUORI INCERTI

Regia:  Raffaela Gallo

Sceneggiatura:  Raffaela Gallo, Antonia Capasso, Massimo Dalprà

Genere:  Commedia musicale

Uno spettacolo ricco e colorato creato in occasione del Bergamo Beatles Festival.  Un connubio perfetto fra recitazione e musica, basato interamente sul concept album dei Beatles "Sgt. Pepper’s Lonely Heart Club Band".

 Il Sergente Pepper sta cercando nuovi membri per il suo famosissimo club: il club dei cuori solitari a cui un gruppo

di giovani musicisti di Liverpool ha dedicato uno dei più bei dischi della storia. I posti sono pochi quindi solo chi ha

le caratteristiche giuste avrà il grande onore di entrare in uno dei club più amati, imitati, e cantati di tutti i tempi. 

I personaggi presentano le loro candidature per essere ammessi nel club, raccontando storie tragicomiche per convincere ed emozionare un' ideale giuria. Ogni storia è intervallata da uno dei brani dell'album, in un susseguirsi di emozioni in parole e musica, fino al colpo di scena finale!

Collaborazioni

I SOGNI SON DESIDERI

Regia:  Adriana Mangano

Direzione artistica:  Adriana Mangano

Coordinamento teatrale:  Raffaela Gallo

“I sogni nascono insieme a noi, crescono con noi ed aspettano pazientemente un preciso momento che può essere

un gesto, un movimento, una parola o una nota che li farà vivere! Solo allora il nostro sogno prenderà forma e solo quando avrà preso una forma sarà nostro compito nella vita realizzarlo!”

Ma come si fa a capire qual è il sogno che può essere realizzato? Questo è il difficile compito che l’insegnante di una scuola d’Arte assegna ai suoi allievi.

Tra sketch teatrali, splendide coreografie di danza e canzoni dal vivo, prende vita un divertente ed appassionante viaggio attraverso la fantasia dei due protagonisti che, esplorando i mondi delle Fiabe, dei reality show e dei Musical, partono alla ricerca del SOGNO CHE MERITA DI ESSERE REALIZZATO.

Ideato e scritto da Raffaela Gallo con la collaborazione della scuola Danzarte ADS di Cislago per il saggio di fine anno della stessa.