Raffaella Verticchio

"Il fatto che mi basti poco per essere felice non significa che mi accontenti delle briciole. Altrimenti sarei un criceto."

​Italo Calvino

 

 

Raffaella Verticchio caratterizza i personaggi con colori vivaci, in scena ha la capacità di regalare con grande generosità ed ironia il suo naturale talento comico brillante.

 

Esperienze

Dal 2001 ad oggi: attrice nella compagnia teatrale Serpente TentAttore

 

Spettacoli messi in scena

-  “L’ascensore” 2012-2013, testo e regia di Simona Taddei
-  “Il mio grasso grosso matrimonio a Torre del Greco” 2012-2013, testo e regia di Raffaela Gallo
-  “Le cognate” 2009-2010 di  Michel Tremblay, regia di Arturo di Tullio/Raffaela Gallo
-  Corto metraggio “47” 2008, regia di Giuseppe Paparone
-  “La carne è carne e u pesce è u pesce” 2001-2004, regia di Arturo di Tullio
-  “Non ci resta che ridere” 2001, regia di Cesare Gallarini
-  Corto metraggio “Sala d’attesa”, 1998 regia di Alberti Ruga
-  “Sotto il balcone di Giulietta” 1997, regia di Lores Bartelle

Corsi frequentati

Marzo 2010:
Stage teatrale su Pirandello con Antonio Zanoletti

Stagione 2008/2009:
Corso di teatro presso la scuola del “Teatro Litta”, Milano con Arturo di Tullio

Stagione 2000/2001:
Corso di teatro comico presso la scuola di “Quelli di Grock”, Milano con Cesare Gallarini

1998:
Partecipazione al cortometraggio “Sala d’attesa”

Luglio 1997:
Stage teatrale “Siate buffi” presso la scuola “Quelli di Grock”, Milano

Stagione 1996/1997:
Corso di teatro presso la scuola “Teatri Possibili”, Milano con Corrado D’Elia

Stagione 1995/1996:
Corso di teatro presso la scuola “Teatrino della cioccolata”, Novara